Loading...

UpArt in Mostra 75 Bambini + 6 Artisti

Home / Eventi in corso / UpArt in Mostra 75 Bambini + 6 Artisti

Up Art - Underpainting for children

Settantacinque bambini della scuola dell’infanzia e delle elementari appartenenti alla scuola Up School presentano, a un pubblico di altri bambini e adulti, un progetto espositivo completo, unico nel suo genere, curato esclusivamente da loro in collaborazione con sei affermati artisti: Manu InvisibleAndrea Casciu , La Fille BerthaPaola Falconi’s ArtGianluca Marjani Marras e Pablo Betti con la collaborazione di Art Backers sotto la direzione artistica di Andrea Concas.

Diceva Picasso “Ogni bambino è un artista. Il problema è poi come rimanere un artista quando si cresce”.

Abbiamo chiesto a 75 bambini affiancati da 6 artisti internazionali, di creare, raccontare e poi esporre in galleria la “loro arte” come solo loro sanno e possono fare.

L’arte, creata, progettata e curata dai bambini è diventata una mostra collettiva dal titolo “UP ART – Underpainting for children” che inaugura il 10 novembre 2018, alle ore 17,30 presso The AB Factory in via Alagon 29 a Cagliari.

UP Art – Underpainting for children nasce dalla volontà e desiderio di creare un’esperienza ludico- didattico- esperienziale legata al mondo dell’arte, degli artisti e dell’interazione attiva con i luoghi di valorizzazione e fruizione culturale come i musei e le gallerie quale chiave per lo sviluppo delle capacità sensoriali, creative e di apprendimento nel processo dell’evoluzione infantile.

L’arte, fin dai primissimi anni di vita del bambino, contribuisce a migliorarne le capacità espressive, a favorire
l’apprendimento logico – matematico, compositivo e linguistico, a rafforzare la consapevolezza di sé liberando le proprie potenzialità creative.

Il termine UP Art, deriva da “Underpainting”, l’imprimitura, la preparazione del supporto pittorico tramite un primo strato di materia che viene applicato al fondo della tela, tavola, carta o altro, prima di procedere con il dipinto.

Il progetto UP ART – Underpainting for children, si è sviluppato lungo un percorso esperienziale, durato un anno, rivolto alla preparazione dei bambini per consentire loro di approcciarsi al mondo dell’arte. Per questo nel corso dei mesi si sono susseguiti incontri con gli artisti e laboratori sulle tecniche artistiche tra cui acrilico, tempera, olio, spray, matita e acquerello.
I bambini hanno visitato la galleria d’arte The AB Factory e supportati da professionisti del mondo dell’arte e dai loro docenti hanno dato avvio alla creazione del progetto espositivo, iniziando dalla scelta della tematica per poi passare alla selezione delle opere da esporre, all’esposizione, fino alla scrittura di un testo critico quale curatela della mostra.

Un evento straordinariamente unico nel suo genere, che ha permesso ai bambini di vivere un’esperienza articolata nel tempo, acquisendo capacità tecniche, manuali, concettuali e creative, fino a diventare loro stessi artisti o curatori dando vita a oltre 900 opere e alla loro prima mostra personale.

Tra tutte le opere realizzate 36 sono state selezionate, dagli stessi bambini, per dare corpo alla mostra a cui si affiancherà una “Limited Edition” delle stesse opere, prodotta dall’editore d’arte Art Backers. Le opere, firmate e autenticate, verranno messe in vendita per tutta la durata dell’esposizione, devolvendo il ricavato in beneficenza per una retta annuale scolastica presso la UP SCHOOL oppure a favore di un ente di beneficenza per i bimbi meno fortunati.

Il vernissage avverrà Sabato 10 Novembre 2018, dalle ore 17.30 in Via Alagon 29, con la presenza dei piccoli artisti, presso la The AB Factory in Via Alagon 29 a Cagliari.

Inaugurazione Sabato 10 Novembre 2018 dalle ore 17.30
The AB Factory – Via Alagon 29 Cagliari
Durata Mostra: 10 – 13 Dicembre 2018
Web: www.theabfatory.it / www.artbackers.com / Contatti: tel: +39.070.657665 – Email: info@theabfactory.it

INGRESSO LIBERO

Up School
Dalle esperienze ventennali nel mondo dell’infanzia, con La Piccola Accademia, L’Accademia dei Piccoli, Bimbi Allegri e Infantes nasce UP SCHOOL, la scuola dell’equilibrio.
Equilibrio tra corpo e mente, tra cognizioni ed emozioni, tra conoscenze e competenze, tra tradizione e innovazione, tra radici e ali, tra proiezione internazionale e radicamento territoriale.
Per formare persone complete, fisicamente in forma, capaci di pensare, ragionare, argomentare, decidere ma anche di sognare e di emozionarsi, responsabili e affidabili. Consapevoli che il sapere e il saper fare fanno la differenza nel nostro ecosistema.
UP School mette al centro il bambino e le sue esigenze, la libera creatività ed espressione di sé, la padronanza di lingue e linguaggi diversi. Ecco perché i nostri programmi educativi sono differenziati per ogni fascia d’età e racchiudono in sé le migliori esperienze internazionali nel settore dell’apprendimento. Amiamo pensare e immaginare la scuola del futuro: per questo motivo, studiamo costantemente nuovi metodi di insegnamento e apprendimento.
http://upschool.it/

The AB Factory – Gallery – creative space – print house

The AB Factory va oltre la canonica galleria d’arte, è uno spazio creativo aperto al confronto, all’incontro, al sostegno della cultura, dell’arte, degli artisti e della creatività, che si dedica all’esplorazione, alla ricerca ed alla sperimentazione artistica.
The AB Factory, il cui nome rende omaggio alla rinomata “Silver Factory” di Andy Warhol, ha la sua sede in Italia, più precisamente a Cagliari, nella centrale via Alagon 29.
The AB Factory supporta l’arte e gli artisti, offrendo uno spazio polifunzionale per la creazione, promozione e diffusione di un’arte sostenibile, grazie alla sua attività di galleria, creative space e print house dedicata agli artisti, ai collezionisti ed a tutti gli amanti dell’arte.
www.theabfactory.it

Art Backers

Art Backers è una startup innovativa che opera nel settore dell’arte e della cultura.
Supporta gli artisti, enti pubblici e privati, nella produzione di opere d’arte e multipli d’artista, in iniziative di marketing culturale e nella tutela del diritto d’autore, con un sistema unico di certificazione cripto-materica basata su tecnologia Blockchain.
www.artbackers.com

Andrea Concas

Founder e CEO della startup dell’arte Art Backers e di Art Rights, piattaforma per la gestione e certificazione delle opere d’arte con tecnologia Blockchain, a tutela di artisti, collezionisti, gallerie d’arte, musei, archivi d’artista. Con oltre 10 anni di esperienza lavorativa nel settore dell’arte e della cultura per Enti pubblici e privati, ha dato vita alle gallerie d’arte The AB Gallery e ha creato la prima community online per Artisti Professionisti.
Oggi parla di Arte e Innovazione in qualità di imprenditore, docente, consulente, speaker, relatore per aziende e istituzioni accademiche a livello nazionale e internazionale.
Tramite i suoi canali social promuove e supporta l’arte ogni giorno.
www.andreaconcas.com

BIO ARTISTI

Manu Invisible
Manu Invisible intraprende il suo percorso artistico agli inizi del XXI secolo in Sardegna, per proiettarsi poi nel panorama europeo. Provenendo dal mondo dei graffiti, mantiene l’approccio urbano di tale disciplina, manifestando una tendenza “propagandistica” nello stile e nel messaggio.
La sua arte comprende diverse sfaccettature: street art, muralismo e opere su piccolo formato.
Manu Invisible è un artista che cela la sua identità dietro una maschera nero lucido dalle forme taglienti, ispirata alle geometrie spigolose dell’architettura urbana e all’oscurità della notte. Diplomato al Liceo Artistico Foiso Fois di Cagliari, in seguito ha realizzato in Sardegna e tante altre città d’Europa opere murali, tra le più recenti “Influence” presso il London Camden Town di Londra e la commissione ricevuta dall’Università di Cagliari, dove nell’Aula Magna Capitini ha realizzato due opere con tecnica pittorica ad affresco. Ha inoltre fatto parte della mostra collettiva “Multi Street ART” presso The AB Factory esponendo accanto a street artists di fama mondiale tra i quali Banksy, Invader, Kaws, Ron English, Shepard Fairey presentati per la prima volta in Sardegna.
Il 4 aprile 2016, davanti alla Corte di Cassazione Manu Invisible viene prosciolto in formula definitiva, dopo esser già stato assolto in primo e secondo grado presso il Tribunale di Milano, nel quale si è riconosciuto il valore artistico dei suoi interventi sul tessuto urbano.

Andrea Casciu

Classe 1983, Andrea Casciu è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Sassari. Vive e lavora a Bologna.
Attraverso l’indagine delle piccole mutazioni che il tempo opera sul corpo, Andrea Casciu approfondisce un’analisi introspettiva mediata dal disegno, studiando il rapporto dell’Uomo con la propria immagine.
Manovrando abilmente nello spazio di azione dell’autoritratto, l’artista scatena un duplice innesco empatico. Nei suoi lavori trapela il desiderio di immedesimarsi, di entrare, ma sempre in punta di piedi, nel nucleo più intimo della gente. Allo stesso tempo, ogni persona può percepirsi nei volti iconici che dipinge, in un gioco di dissolvenze che sfida l’anestesia generale del mondo in cui viviamo.
Le variazioni del volto di Andrea, che appaiono nelle strade, ci spingono a considerare i suoi murales come fossero specchi, a confrontarci con il nostro stesso riflesso, ma anche con quello di un ego planetario, condiviso e allargato. Una sovversione della quotidianità affrontata in modo ironico, sulla sottile linea di confine che separa singolo e moltitudine.

La Fille Bertha

La Fille Bertha, conosciuta anche come Alessandra Pulixi, è un’illustratrice e street artist sarda.
Con una formazione nell’ambito della pubblicità, dell’arte visiva e della psicologia, completata tra Milano e Cagliari, le sue illustrazioni spaziano dalle opere sui muri a quelle su carta, stoffa e legno.
Il suo immaginario visivo è popolato da creature con sembianze femminili e animali, che fluttuano in una dimensione atemporale, una sorta di realtà rarefatta, in cui l’atmosfera – spesso rappresentata da tonalità pastello – suggerisce luoghi silenziosi, magici e surreali.
L’ambiente diventa onirico, trasformato dall’uso di disegni irregolari che amplificano l’impatto emotivo delle composizioni.
Osservandole, si possono incontrare signorine viziate e svagate, che hanno reso unica la sua firma sui muri di Cagliari, Vienna, Berlino, Valencia e del Sud America.

Paola Falconi

Paola Falconi nasce a Cagliari nel maggio 1968. Trascorre una felice infanzia, fatta di giochi all’aperto, di piccoli amici e di lunghi momenti davanti ai libri di favole, che con le loro colorate illustrazioni la conducevano in mondi fantastici.
Ancora oggi, la suggestione di quelle immagini di fiaba sono presenti nelle sue opere.
Studia da privatista sotto la puntuale e amorevole guida delle artiste e professoresse Maria Grazia Oppo Falqui e Ines Corona, conseguendo la maturità artistica nel 1989.
Nel 1989 PF si immatricola presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove porta a compimento i primi due anni di studio, per poi spostarsi a Carrara e proseguire fino al Diploma in Scultura, conseguito con lode nel 1993. Al termine degli studi, PF rientra nella sua città natale, dove prosegue la ricerca artistica principalmente sui linguaggi del disegno, della pittura e della scultura.
Successivamente le opere dell’artista, immerse nella contemporaneità, ma con sempre un riferimento al mondo interiore e fantastico, trovano spazio in diverse mostre cittadine e regionali e vengono utilizzate per arricchire gli ambienti di diversi esercizi commerciali.
Dal 1996 fino al 2014, l’artista interrompe l’attività espositiva pubblica e, in questi anni, ispirata dalla bellezza della Sardegna e dalla sua adorata famiglia, composta dal marito e dai loro quattro figli, prosegue il lavoro in studio e la sua ricerca artistica.

Marjani
Marjani è lo pseudonimo e il progetto personale di Gianluca Marras, illustratore freelance e artista cagliaritano.
Il nome Marjani deriva dal sardo e significa volpe, animale da sempre legato a leggende e credenze popolari e particolarmente presente nella cultura giapponese, alla quale, insieme a quella del proprio luogo di appartenenza, attinge per formare il proprio mood creativo.
Profondamente legato all’iconografia pop, alla malinconia declinata nelle sue varie forme, all’universo black, agli anni Sessanta e all’universo made in Japan, dai toys alla letteratura, Marjani spazia dall’illustrazione alla produzione più prettamente artistica, con una particolare attitudine per il character design.
Ha al suo attivo svariate mostre collettive e personali e diverse collaborazioni ed esperienze professionali in quasi tutti i settori, da quello musicale (compresa la realizzazione di videoclip), a quello editoriale, passando per le performance live e per l’incontro con alcune delle più interessanti startup artistiche a livello nazionale.

Pabo Betti
Pablo Betti è nato a San Fernando, Buenos Aires, Argentina, nel 1955.
Dopo aver studiato disegno, pittura, scultura, incisione e tecniche litografiche con diversi maestri, tra cui Ceferino Rivero Rodrigo, Aurelio Macchi, Ramón Castejón, Alfredo De Vicenzo e Eulogio de Jesús, ha iniziato una carriera esclusivamente dedicata all’attività artistica, con numerose mostre personali e collettive in gallerie d’arte e centri culturali di Buenos Aires, Cagliari, Ginevra e New York.
Attualmente vive e lavora tra Buenos Aires, Ginevra e Cagliari alla ricerca del colore e della luce.

 up art (5)
 up art (4)
 up art (3)
 up art (2)

VERNISSAGE 10 Novembre 2018 The AB Factory, Via Alagon,29, Cagliari

Per avere maggiori informazioni:

OGNI DIRITTO RISERVATO VIETATA LA RIPRODUZIONE SEPPURE PARZIALE

Comments(0)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.