Loading...

LEVEL PORTO CERVO – Sardinia – Cédric Dasesson

Home / Eventi / LEVEL PORTO CERVO – Sardinia – Cédric Dasesson

LEVEL PORTO CERVO Cédric Dasesson

L’Associazione Culturale The AB Factory in collaborazione con Dope Factory e il supporto di Fondazione Banco di Sardegna è lieta di presentare, la nuova mostra di Cèdric Dasesson: LEVEL PORTO CERVO

Dopo il grande successo a Cagliari della prima personale in Italia LEVEL, la nuova mostra presenta un’accurata selezione di opere che raccontano di una Sardegna inedita, peraltro e quasi paradossalmente sui luoghi simbolo di Porto Cervo.

Cédric Dasesson elabora fotograficamente i tre “livelli” interpretativi del paesaggio marino: sott’acqua, in superficie e dall’alto dove oggi “volano i droni” sullo sfondo di una visione introspettiva rappresentata in una serie di scatti esclusivi.

Le immagini di Cédric Dasesson si focalizzano su ambientazioni iconiche della Sardegna del nord, come la meravigliosa Spiaggia del Principe o la montagna granitica che si riversa a picco nel mare di Tavolara.

Sono scatti che testimoniano l’articolata ricerca del fotografo internazionale appositamente dedicata alla Sardegna.

Le fotografie di Dasesson esplorano linee e curve di livello immaginarie, che dai fondali marini emergono in superficie, salgono sino ad osservare le linee dell’orizzonte, ridiscendono verso la battigia e lambiscono le coste delle spiagge di Porto Cervo.

Le opere intervengono nella lettura interpretativa delle visioni naturalistiche e interiori del giovane fotografo, esplorate e raccontate per “livelli” conoscitivi, tanti da consentire una personalizzazione per ognuno dei suoi collezionisti.

Non sono scatti fotografici o istantanee che colgono l’attimo, ma riprese attente, lente, precedute da lunghi studi “introspettivi” alla ricerca delle geometrie variabili naturali che rappresentino, per una frazione di secondo, gli straordinari equilibri tra i moti combinati dell’acqua, dell’aria e della luce, nei livelli dell’immerso, della superficie, al di sopra e nell’elevazione, dove uomo e natura possono convivere in assoluta armonia.

Scrive lo storico dell’arte Roberto Concas: “Le opere di Cédric Dasesson trovano un senso dal livello sommerso a quello emerso dell’acqua e delle terre, alla ricerca di linee interpretative per rappresentare quelle “condizioni naturali” uniche, esclusive, perfette quasi fossero tracciate con geometriche coordinate cartesiane”

 

Inaugurazione con DJ Set venerdì 13 luglio 2018 ore 19

Dope Factory – Via Aga Khan, 1 “Promenade du Port” Porto Cervo

Durata Mostra: 14 Luglio – 16 Settembre 2018

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 24:00

LEVEL - abstract

Cédric Dasesson racconta per la prima volta i luoghi segreti delle sue foto realizzate in Sardegna.

Le opere di Cédric Dasesson seguono il cosiddetto “Ordine Naturale delle Cose”, cioè quella condizione di assoluta sintesi e armonia, tra natura e uomo, dalla quale partire per un racconto ordinato, comprensibile quanto elaborato.

Gli scatti di Cédric sono come “variazioni sul tema” per visioni e introspezioni da punti diversi dove, cambiando l’ordine dei fattori il “messaggio” artistico non cambia nei tre livelli di conoscenza: Under Sea, Sea Level e Above Sea.

Dal livello sommerso a quello emerso dell’acqua e delle terre alla ricerca di linee interpretative per rappresentare quelle “condizioni naturali” uniche, esclusive, perfette quasi fossero tracciate con geometriche coordinate cartesiane.

Il pensiero formale, la continuità e la coerenza stilistica delle opere fotografiche di Cédric si ritrovano nelle interpretazioni, straordinariamente esclusive, delle cromie e delle infinite composizioni architettoniche dei paesaggi marini.

Cédric non teme, nelle sue immagini, di offrire le sensazioni del “già noto”, come peraltro avveniva nelle grandi opere d’arte degli artisti rinascimentali, barocchi, vedutisti e divisionisti, è proprio “l’inganno” che conta, quello che consente allo spettatore di superare la soglia iniziale della “diffidenza” e quindi di soffermarsi il tempo necessario per “capire”, interpretare, aprirsi alla conoscenza, all’esperienza, al bello universale.

Infatti, superata tale soglia, immediatamente nella visione delle opere di Cédric Dasesson si aprono, per lo spettatore, approfondimenti di conoscenza rimasti inesplorati e che portano ad indagare quell’insieme fotografico unico, composto da sentimenti, sensazioni, pensiero, forma, colore, linee, materia, equilibrio e movimento.

 

Testi a cura di: dott. Roberto Concas – Storico dell’Arte e Presidente dell’Associazione Culturale The AB Factory

Un progetto di: Andrea Concas – www.andreaconcas.com

 

“La scelta, di produrre la prima mostra di Cédric Dasseson in Italia, non è stata particolarmente difficile, è bastato “leggere” con più attenzione le sue opere per apprezzarne la qualità e l’assoluto rigore compositivo che ne fa un interprete raffinato di “immaginari collettivi” seguito, peraltro, da centinaia di migliaia di follower” Andrea Concas fondatore Art Backers / The AB Gallery
OGNI DIRITTO RISERVATO VIETATA LA RIPORDUZIONE SEPPURE PARZIALE
 LEVEL PORTO CERVO Cedric Dasesson (7)
 LEVEL PORTO CERVO Cedric Dasesson (11)
 LEVEL PORTO CERVO Cedric Dasesson (10)

Cédric Dasesson

Cédric Dasesson è uno dei pochi fotografi, internazionali, capaci di ritrovare la sintesi assoluta tra la natura del paesaggio marino universale e le linee “emerse” delle terre cosi come dell’architettura contemporanea.
I suoi scatti esplorano linee e curve di livello immaginarie che dai fondali marini emergono in superfice, salgono sino ad osservare le linee dell’orizzonte, ridiscendono verso la battigia, lambendo le coste per risalire ancora sulle scogliere a picco.
Dasesson, con un seguito di centinaia di migliaia di follower, è un interprete raffinato di “immaginari collettivi”, dove ambiente, uomo e natura convivono in assoluto equilibrio e armonia, mentre le sue immagini “patinate”, avidamente ricercate dai più raffinati magazine mondiali, segnano i confini infiniti di una universalità condivisa.
Non sono scatti fotografici o istantanee che colgono l’attimo, ma riprese attente, lente, precedute da lunghi studi “introspettivi-conoscitivi” alla ricerca di geometrie variabili naturali che rappresentino, per una frazione di secondo, gli straordinari equilibri nei moti combinati tra loro di acqua, aria e luce, nei livelli dell’immerso, della superficie e al di sopra nell’elevazione, dove uomo e natura possono convivere in assoluta armonia.
Cédric Dasesson “disegna”, nelle sue immagini, elaborati “livelli” d’interpretazione apparentemente semplici nella fruizione, quasi famigliari, ma viceversa quanto “naturalmente”, molto complessi, tanto che, ogni volta che si osservano le sue immagini, si scopre qualcosa di “mai visto”.

The AB Factory Cagliari

VERNISSAGE 13 luglio 2018 Dope Factory – Via Aga Khan, 1 “Promenade du Port” Porto Cervo

Cédric Dasesson racconta per la prima volta i luoghi segreti delle sue foto realizzate in Sardegna. Le opere di Cédric Dasesson seguono il cosiddetto “Ordine Naturale delle Cose”, cioè quella condizione di assoluta sintesi e armonia, tra natura e uomo, dalla quale partire per un racconto ordinato, comprensibile quanto elaborato. Gli scatti di Cédric sono come “variazioni sul tema” per visioni e introspezioni da punti diversi dove, cambiando l’ordine dei fattori il “messaggio” artistico non cambia nei tre livelli di conoscenza: Under Sea, Sea Level e Above Sea. Dal livello sommerso a quello emerso dell’acqua e delle terre alla ricerca di linee interpretative per rappresentare quelle “condizioni naturali” uniche, esclusive, perfette quasi fossero tracciate con geometriche coordinate cartesiane. Il pensiero formale, la continuità e la coerenza stilistica delle opere fotografiche di Cédric si ritrovano nelle interpretazioni, straordinariamente esclusive, delle cromie e delle infinite composizioni architettoniche dei paesaggi marini. Cédric non teme, nelle sue immagini, di offrire le sensazioni del “già noto”, come peraltro avveniva nelle grandi opere d’arte degli artisti rinascimentali, barocchi, vedutisti e divisionisti, è proprio “l’inganno” che conta, quello che consente allo spettatore di superare la soglia iniziale della “diffidenza” e quindi di soffermarsi il tempo necessario per “capire”, interpretare, aprirsi alla conoscenza, all’esperienza, al bello universale. Infatti, superata tale soglia, immediatamente nella visione delle opere di Cédric Dasesson si aprono, per lo spettatore, approfondimenti di conoscenza rimasti inesplorati e che portano ad indagare quell’insieme fotografico unico, composto da sentimenti, sensazioni, pensiero, forma, colore, linee, materia, equilibrio e movimento. Testi a cura di: dott. Roberto Concas – Storico dell’Arte e Presidente dell’Associazione Culturale The AB Factory Un progetto di: Andrea Concas – www.andreaconcas.com

LEVEL – Il primo libro fotografico di Cédric Dasesson Libro Fotografico 22×22 cm / 44×22 cm aperto / 84 pagine /copertina rigida – carta fotografica

 LEVEL CEDRIC book 008
 LEVEL CEDRIC book 012
 LEVEL CEDRIC book 010

Per avere maggiori informazioni:

OGNI DIRITTO RISERVATO VIETATA LA RIPRODUZIONE SEPPURE PARZIALE